Un merletto dal nome e dalla storia gloriosa: il pizzo rinascimento

Ho avuto la fortuna negli ultimi tempi di avere tra le mani manufatti tessili incredibili. Incredibili non solo perchè raccontano la storia della nostra manifattura, di tutte quelle donne che con amore e pazienza esprimevano la loro creatività con le mani . Incredibili anche perchè presentano una immensa varietà di tecniche di ricamo.

Grazie al vostro aiuto e a numerose ricerche imparo sempre qualcosa di nuovo. Nuovo ma anche antico, sepolto sotto gli strati del consumismo e della vita frenetica. Si tratta infatti di tecniche artigianali che sono quasi del tutto scomparse.

tovaglia pizzo rinascimento

Oggi voglio parlarvi del pizzo rinascimento facilissimo da confondere con il pizzo a tombolo.


Nel pizzo a tombolo la merlettaia annoda i fili di cotone ai fuselli di legno e li intreccia per creare il disegno.
Il pizzo rinascimento, nato nell'omonimo periodo, è una versione semplificata di questo processo. si parte infatti già una fettuccia che con l'ago viene modellata creando complicati disegni.
Seppur si tratti di una versione più veloce del pizzo a tombolo dobbiamo ricordarci che i parametri di velocità del 1500 sono molto diversi dai nostri.


Realizzare questo tipo di merletto richiede maestria e grande pazienza. Certo la curva di apprendimento del tombolo è molto più lenta ma l'alternativa non è qualcosa che da noi possa essere definito veloce.

Questo tipo di merletto ha una storia di secoli ma purtroppo sono rimaste pochissime persone in grado di realizzarlo. Non ci rimane che ammirare e conservare pezzi di corredo che dovevano perpetuare proprio questa tradizione.

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati